Quando ho deciso di aprire la partita iva

Quando ho deciso di aprire la partita iva? Diciamo che ci sono arrivata piano piano; ti racconto un po’ del mio percorso.

Forse non c’è mai stato un momento preciso, forse dentro di me l’ho sempre saputo che questo sarebbe stato il mio campo. Ero una di quelle bambine con in mano un pennarello o qualche gioco colorato…il mio destino era già scritto (che detta così fa un po’ paura) ma l’ho realmente capito dopo qualche anno.

 

Il mio sogno era un altro, volevo fare la fotografa.

Sembra strano ma il mio sogno era un altro, quando mi sono iscritta alle superiori il mio sogno era fare la fotografa. Mi ricordo di aver partecipato a due Open Day: il primo all’ Istituto d’Arte (la vedevo troppo ‘filosofica’ per me) e il secondo all’Istituto professionale che avevo puntato per il corso di fotografia (ma quello con camera oscura e rullini, altro che digitale!).

 

Poi per qualche strano scherzo del destino la scuola decise di cancellare il corso perché troppo obsoleto sostituendolo con la grafica web.

Sogno infranto e via, grafica tradizionale per i primi tre anni e poi una specializzazione in web design: ho imparato la base dell’Html e del Css. Che alla fine se ci penso da matematica quale sono, tutto quel codice mi piaceva anche!

 

E poi nessuno che ti assume pagata.

Finita la parentesi della scuola, dopo qualche stage e l’idea che la grafica proprio non potevo farla di lavoro se non gratuitamente, mi sono piegata ad un lavoro normale, sono diventata un impiegata a tempo pieno. La sera dopo le mie 8/9 ore di lavoro però ho continuato a partecipare a concorsi di grafica e fatto qualche lavoretto ad amici e parenti (eh si, ci passiamo tutti da qui!).

 

Poi arrivano le difficoltà e rimango senza lavoro (quel bel momento di crisi in Italia dove tutte le aziende hanno preso la palla al balzo…); prima di ritrovarmi seduta ad una nuova scrivania ho lavoricchiato in ritenuta d’acconto qualche mese: facevo loghi, brochure ed ero l’addetta alla post-produzione di matrimoni: scorrevo le diecimila foto di ogni matrimonio, sceglievo le più belle, le sistemavo e ritoccavo al meglio. Una volta a causa di un errore di un fotografo mi sono ritrovata con in mano solo 200 fotografie e da lì ne dovevano uscire almeno il doppio per la consegna..insomma, non vi dico il miracolo che ho fatto tagliando fotografie e dettagli, giocando con il bianco e nero. Una MAGA! Ma questa è tutta un’altra storia……

 

Federica, questo è il momento.

Dopo mille peripezie trovo un altro lavoro part-time sempre come impiegata e allora fra me e me mi dico: Federica, questo è il momento. A febbraio ho firmato il contratto e ad Aprile avevo aperto la Partita Iva, così, senza alla fine pensarci troppo; perché per fare le cose perfettamente in regola, dovevo farlo!

 

Ho cominciato a lavoricchiare in qua e in la e a costruire la mia identità che piano piano si è rafforzata (dopo una serie di allucinanti errori!). Nel frattempo in questi 6 anni ho lasciato il mio lavoro come impiegata ma non ho mai abbandonato la mia attività che piano piano è cresciuta e continua a crescere.

Cosa ne penso della mia scelta?

Che non tornerei indietro al momento, ho trovato il mio posto nel mondo. Sto crescendo come persona e come professionista, mi gestisco tempi clienti e progetti. Sto imparando a riconoscere le mie conquiste e a darmi una pacca sulla spalla quando me lo merito. Studio ancora ogni giorno perché da imparare c’è un mondo, conosco gente nuova e non voglio fermarmi.

 

A chi mi chiede: ma è facile?

Assolutamente no! Questa è la prima cosa che dico quando mi chiedono qualche consiglio. Ci vuole impegno, pazienza e determinazione. Bisogna lavorare duro senza magari avere un guadagno immediato. Non bisogna svalutarsi e bisogna credere in se stessi…perché se non ci crediamo noi per primi chi può farlo?

Ma vuoi mettere la soddisfazione? Ti va di raccontarmi la tua esperienza o le tue paure?

 

 

Photo by Brooke Lark on Unsplash
Federica Campanaro
Federica Campanaro
Mi chiamo Federica e sono una grafica e web designer freelance di Bologna. Realizzo loghi e immagini coordinate, creo siti in WordPress e offro consulenze; tutto per freelance e piccoli business.
Scrivimi per informazioni!
2 Commenti
  • Marika
    Posted at 13:23h, 13 settembre Rispondi

    Ciao Fede, che bel post!!!
    Mi ha fatto piacere leggerti e vedere che alla fine se ci si crede, per davvero, ce la si fa sempre!
    Io sono indietro di qualche anno rispetto a te, nel senso che sto cercando di farmi strada. Lavoro a tempo pieno come grafica e cerco di ritagliarmi tempo per le mie passioni (ovviamente con ritenuta d’acconto). La p.iva rimane un pensiero fisso e spero di poterla aprire prossimamente.

    • Federica Campanaro
      Federica Campanaro
      Posted at 09:57h, 14 settembre Rispondi

      Ciao Marika!
      Io sono dell’idea che per primi dobbiamo crederci noi, poi provarci…al peggio può non funzionare ma almeno ci si ha provato!
      Forza e coraggio e sicuro arriverai anche tu a realizzare il tuo sogno 🙂

Scrivi un commento